Ritratti di donne - e di città

Cristiana Vettori su PisaNotizie.it

Pisa, Piazza dei MiracoliAnche Pisa tra le dodici città raccontate nelle storie e nelle fotografie di "Dodecapoli" in mostra alla Casa della Donna

C'è anche Pisa tra le dodici città protagoniste - con altrettante figure femminili - dei racconti di "Dodecapoli", il libro scritto da Laura Ricci, poetessa, giornalista, editrice e direttrice del quotidiano online Orvietonews.it, e illustrato dalle fotografie di Ambra Laurenzi, docente di Linguaggio Fotografico e di Progettazione presso il Dipartimento di Fotografia dell'Istituto Europeo di Design di Roma.

Un progetto condiviso, ci tengono a sottolineare le due autrici, che mette a confronto due diverse modalità narrative, la scrittura e la fotografia, per raccontare alcune tra le più celebri piazze d'Italia - di Verona, Roma, Torino, Trani, Brescia, Milano, Siena, Vigevano, Orvieto, e naturalmente di Pisa. Dalle architetture di queste piazze nascono, per la penna di Laura Ricci, le figure femminili che animano il testo scritto, e al tempo stesso, grazie all'obiettivo di Ambra Laurenzi, le immagini fotografiche, che, come sappiamo, non costituiscono mai una neutrale e oggettiva rappresentazione della realtà, ma sono piuttosto a loro volta partecipi e artefici di un processo narrativo.

Le fotografie saranno prossimamente in mostra alla Casa della Donna di Pisa: il libro infatti, per la sua stessa natura "multimediale", non vuol rimanere immobile negli scaffali delle librerie, per costituire piuttosto una sorta di oggetto animato, protagonista di "un Grand Tour contemporaneo - affermano Ambra e Laura - che non sia solo il percorso già compiuto dalle autrici, ma quello a cui scrittrice e fotografa invitano, per un viaggio iniziatico, chi legge il testo e chi percorre la mostra, chi dalle proprie suggestioni compone, concorrendo alle multiscritture, la sua personale narrazione".

"Dodecapoli" afferma innanzitutto la grande capacità narrativa dei luoghi, che sono in grado di evocare storie e atmosfere, di rimandare al passato e di prefigurare un futuro possibile: c'è un legame forte tra le dodici città e le dodici donne protagoniste dei racconti. E non è mai un legame superficiale o banale: come se nelle architetture fossero già scritti dei possibili destini che Laura Ricci riesce a cogliere e a rappresentare. "L'architettura - dice la scrittrice - è stata la mia "amorevole costrizione": la costrizione che dà vita alla scrittura, attraverso la struttura, l'impegno, il rigore della parola".

La scrittura non nasce dal nulla e ha bisogno di motivi ispiratori, e di rigore appunto, una parola che a Laura piace particolarmente, la parola dei mistici e dei poeti.

Le storie sono raccontate dal punto di vista delle protagoniste: flussi di pensieri che nascono da situazioni quotidiane, da circostanze apparentemente insignificanti, secondo un procedimento che ricorda la Mrs. Dalloway di Virginia Woolf. Sono voci e punti di vista che restituiscono la complessità della vita femminile nel nostro tempo.
Un progetto, un libro, una mostra, che nascono dal "fare insieme" e dimostrano, anche, il valore della collaborazione tra donne, una collaborazione feconda e capace di produrre idee e percorsi nuovi e ricchi di suggestioni e significati.

La presentazione di "Dodecapoli. Multiscritture del femminile per un Grand Tour contemporaneo" avrà luogo alla casa della Donna di Pisa venerdì 27 maggio alle ore 17,30.

Presentano il libro: Maria Cecilia Oliva e Cristiana Vettori. Gabriella Terrestri, dell'associazione Casa della Donna, leggerà alcuni brani tratti dai racconti. Interverranno le autrici: Laura Ricci scrittrice, e Ambra Laurenzi fotografa.

La mostra si potrà visitare, fino al 9 giugno 2011, nelle ore di apertura della Casa della Donna: tutti i giorni dalle ore 16 alle ore 19 (esclusi sabato e festivi), lunedì e mercoledì anche dalle ore 9.30 alle ore 12,30.

Informazioni: Casa della Donna, tel. 050 550627